FLY Calcio

Spettacolo FLY Calcio 4-3

A.S.D. FLY SALZANO – FIDES SINGAS 4-3ferri
“Rialzare la testa per riscattarsi subito dalla pesante sconfitta subita la scorsa settimana”, queste son le parole d’ordine dirette alla FLY. Dopo un 5 a 0 così brutale, non bisogna più guardare al passato, ma sempre al futuro; futuro che sembra decisamente un pelino più roseo, in quanto, secondo il mio punto di vista, peggio della prestazione di venerdì scorso proprio non si può fare. Ed eccoci qua allora a raccontare la partita del riscatto, quella contro il Fides Singas, già incontrati la scorsa stagione. L’appuntamento è sempre al Villa Ferri e sempre alle 22.00 (purtroppo). Un clima artico, un freddo letale che potrebbe mettere a serio gioco i muscoli dei giocatori, specie per il fatto che il fischio d’inizio è ritardato di ben venti minuti…e passare venti minuti al freddo non è per niente simpatico. Fatto sta che alle 22.20 l’arbitro fischia l’inizio della partita. Subito il primo che pare più in forma sembra Mario, che, indemoniato, pressa senza tregua gli avversari, rischiando addirittura di segnare di testa (alla faccia delle provocazioni del pre-partita). Il Fides Singas ci prova con un’incursione pericolosa in area, ma deve inginocchiarsi a Pitt, il quale decide di fare tutto da solo: parte dalla sinistra, si accentra, salta un paio di avversari e con un rasoterra di puntone mancino realizza un gol da vero top player! 1 a 0 FLY, finalmente la squadra ritorna al gol col loro giocatore più significativo. Gli avversari, però, non si arrendono e prima su corner, poi con un colpo di testa fuori di pochi centimetri, mettono i brividi. Nonostante ciò, si potrebbe dire che il loro primo tempo finisca proprio qui; infatti gli ultimi dieci minuti sono marchiati FLY. Prima Mario con un tiro potente ma fuori dallo specchio della porta, poi Friso con una punizione-bomba che sfiora il palo ed infine Nico con una delle sue solite missilate, che però finisce fuori di poco. Al 24esimo minuto l’arbitro fischia la fine del primo tempo (un minuto in anticipo, proprio quando la FLY stava spingendo come non mai per il raddoppio). Pausa di nemmeno un minuto, manco fosse un semplice time-out e si ricomincia. Pronti, via e ancora Pitt che si rende pericoloso con un tiro ravvicinato che però finisce sul petto del portiere. Errore che costerà caro alla FLY: in questa occasione, il difensore che si trovava per di là, decide di spazzare (a caso); pallone che va alto, alto…e che finisce perfettamente sul piede dell’attaccante che si trovava da solo a tu per tu con Cristiano. Il nostro portiere non riesce a fare il miracolo, anzi, scivola goffamente, aprendo le porte del gol alla punta, la quale riesce a portare il risultato sull’1 a 1 senza troppi problemi. La FLY non ci sta a subire un gol così. Tra tutti i giocatori, uno in particolare decide di farsi giustizia da solo: prima prende la mira con due punizioni fuori di poco, e poi, al minuto 32, realizza un gol con un colpo da Kung Fu, un calcio volante alla Ibra, ehm scusate, alla Pitt!! Il giusto premio per il nostro numero 8 che dopo vari tentativi riesce a realizzare una splendida doppietta. Sulle ali dell’entusiasmo, Caste approfitta dello sbandamento degli avversari, realizzando un gol con una zampata d’istinto, da bomber vero. 3 a 1 e partita che (sembra) in cassaforte. Peccato però che il Fides Singas è una squadra di scassinatori… Infatti dopo soli tre minuti realizzano un gol fantastico: una bomba da fuori area, sulla quale Cristiano non può far nulla (forse). Questi sono minuti di panico, la FLY cala decisamente di attenzione, e gli avversari riescono addirittura a trovare il gol del pareggio, approfittando della difesa imbarazzante della FLY. Difesa imbarazzante sì, ma anche improvvisata, poiché Mario (attaccante) non può far molto nei panni di terzino; infatti la colpa è anche sua sul gol del 3 a 3. Visto questo momento di sbando totale, mister Nea decide di entrare in campo, dando decisamente più equilibrio alla squadra. I compagni là davanti si sentono più tranquilli e tentano il tutto per tutto per trovare il gol della vittoria. Al 42esimo avviene l’incredibile: Spola da due metri spara addosso al difensore posizionato sulla linea di porta; la palla va a finire sui piedi di Michael, il quale, a porta libera, tira fuori. Decisamente una serata no per il nostro numero 10, che con il suo errore potrebbe mettere la FLY in brutti guai. Per fortuna però, ci pensa un altro giocatore, oggi in stato di grazia, a mettere le cose apposto: a tre minuti dal termine, Pitt prende palla e conclude verso la porta; un difensore devia il suo tiro in gol: un autogol (un po’ fortunoso) che mette una pietra sopra questa partita così sofferta, che vede la FLY trionfare all’ultimo respiro, dopo aver sprecato il possibile immaginabile. Ma in fin dei conti va bene così, avevamo bisogno di una vittoria e la vittoria è arrivata! Inoltre, abbiamo trovato alcuni giocatori in stato di grazia, che se continueranno così anche per le prossime partite, la nostra strada sarà decisamente in discesa. Una cosa però chiedo alla squadra: la prossima volta cerchiamo di chiuderla prima, e lasciamo gli attaccanti in attacco… possiamo vincere anche senza dover soffrire fino all’ultimo minuto eh!
PAGELLE
#12 CRISTIANO : 5,5 Nonostante qualche buona uscita, ha pur sempre subito tre gol: nel primo scivola, nel secondo sta immobile, nel terzo esce avventatamente Insomma, non una partitona per il nostro portiere, che però, per fortuna non deve rimpiangere nulla.
#6 FRISO : 6 Normale amministrazione della difesa, contornata anche da una punizione-bomba fuori di poco.
#3 NICO: 6 Anche lui, come Friso, una prestazione nella norma, senza sfigurare ma nemmeno senza eccedere.
#16 COSIMO: 6,5 Continua lo stato di grazia del nostro Raul Meireles; decisamente più sicuro e intraprendente del Cosimo della scorsa stagione, realizza buone coperture difensive con interventi sempre puntuali. Adesso se si dedicasse di più alla fase offensiva, potrebbe diventare il nostro punto di forza.
#13 NEA: 6,5 Entra nel finale per evitare che la FLY affondi nella tempesta di gol che stava per incombere. Missione compiuta perfettamente: la sua presenza in difesa dà più sicurezza alla squadra e soprattutto agli attaccanti, che là davanti eseguono il loro compito senza doversi fare troppi problemi.
#10 MICHAEL: 5+ Vi prego riportateci indietro il nostro Michael. Questo visto nelle ultime due uscite non è lui, è solo la sua brutta copia. Decisamente il peggiore; poco concentrato, sbaglia troppi palloni; forse soffre la presenza dei nuovi arrivati, fatto sta che dalla prossima partita vogliamo rivedere il vero numero 10!
#18 SAMBO: 7+ Eccolo qua, il nuovo arrivato. Nonostante questa fosse la sua prima partita con la FLY, gioca come un veterano, trovando fin da subito il giusto feeling con Pitt. 50 minuti di pura classe e grinta.
#8 PITT: 8 Il nostro top player. Una partita perfetta di lotta e determinazione, contornata da una “quasi-tripletta” che dà in tre punti alla squadra.
#11 SPOLA: 5,5 Sbaglia quasi tutto, ma almeno riesce a procurarsi molti falli che fanno respirare la squadra nel momento più complicato.
#14 CASTE: 6,5 Non fa quasi nulla per tutta la partita, ma gli basta un tocco, una zampata da vero bomber, a far la differenza. Alla fine ha addirittura l’occasione di poter segnare una doppietta, ma spara fuori.
#17 MARIO: 6- Era cominciato bene, anzi benissimo, ma poi s’è perso. Finisce nel giocare in difesa, dove combina più guai che altro. Questa esperienza avventata nelle retrovie gli costa quel “meno” che macchia una prestazione sulla sufficienza.

Categorie:FLY Calcio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...