Gruppo X

Tornado in Riviera : la lettera di un residente…. di Giuseppe Resch

La lettera di Resch Giuseppe  per la Festa di Salzano “Più Forti del Tornado” , che poi non è stata letta …. noi gli diamo il giusto spazio nel nostro sito.casa resch

NON VEDRETE IL MIO VOLTO, NON SENTIRETE LA MIA VOCE
VI PREGO, ASCOLTATE LE MIE PAROLE

NON SONO SU QUEL PALCO, NON PERCHE’ HO VERGOGNA DI MOSTRARE IL MIO DOLORE
MA PER RISPETTO DI QUELLO DEI MIEI TANTI COMPAGNI DI SVENTURA, DI CUI NON SO DIRE.

HO VISTO UN UOMO FORTE COME UNA QUERCIA PIANGERE LA SUA DISPERAZIONE DAVANTI AI FIGLI
E HO SOLO VAGAMENTE IMMAGINATO QUALE SAREBBE STATA LA MIA PENA SE QUELL’UOMO FOSSE STATO MIO PADRE.

HO VISTO UNA ANZIANA SIGNORA FARSI ACCOMPAGNARE TRA LE MACERIE, INCAPACE DI ACCETTARE CHE DOVEVA ANDARSENE DALLA CASA DOVE HA VISSUTO TUTTA LA SUA LUNGA VITA.

HO VISTO NEGLI OCCHI DI MOLTI LA PAURA DI ESSERE LASCIATI SOLI CON LE CASE DISTRUTTE E LA CERTEZZA DI NON AVERE I DENARI PER POTERLE SISTEMARE.

IO?

SONO COSI’ CONTENTO DI NON PIANGERE I MIEI CARI, CHE NON RIESCO ANCORA AD AVVILIRMI PER LA MIA CASA CHE NON ESISTE PIU’, LA MIA VITA, I MIEI RICORDI…

E SE CREDEVO DI ESSERE UNO CHE NON MOLLA MAI, HO IMPARATO DALLA MIA ISTRA CHE LEI NON MOLLA MAI: DOPO NOVE GIORNI SI E’ RIPRESENTATA A CASA E QUANDO L’HO PORTATA IN UN POSTO SICURO E’ SCAPPATA, PERCHE’ VUOLE STARE CON NOI, A COSTO DELLA VITA.

HO VISTO ANCHE CENTINAIA DI RAGAZZI CORRERE COME FORMICHE IMPAZZITE E PRODIGARSI IN OGNI IMPENSABILE MODO, ANCHE CON UNA FESTA DI COMPLEANNO PER UNA BIMBA.
E VEDO ANCORA TANTI VOLONTARI CHE SENZA SOSTA, SOTTO UN SOLE COCENTE, SI DANNANO A PROCURARE DI TUTTO: MATERIALE EDILE, ALIMENTI ED UNA PAROLA DI CONFORTO A TUTTI.

ADESSO LA POLVERE COMINCIA A POSARSI E L’ORIZZONTE SI INTRAVEDE DI NUOVO.
SPERO DI VEDERE RICOSTRUITO TUTTO MEGLIO DI PRIMA.
SPERO CHE OGNUNO DI NOI TROVI ADEGUATA CONSOLAZIONE DA TUTTO CIO’ CHE AVRA’ RICEVUTO.
SPERO CHE RIMANGA FORTE E PULITO IL SENTIMENTO DI FRATELLANZA E SOLIDARIETA’ CHE QUESTE TRAGEDIE INSEGNANO A CHI LE SUBISCE.

GRAZIE
A TUTTI VOI CHE SIETE QUI
AGLI ARTISTI DI ZELIG, ALLO STAFF TECNICO E ALLA ORGANIZZAZIONE, CHE HANNO PERMESSO LA REALIZZAZIONE DI QUESTA SERATA
ALLE TANTISSIME PERSONE CHE MI HANNO FATTO SENTIRE LA LORO VICINANZA
A TUTTI I VOLONTARI
ALLA FAMIGLIA DI MIA SORELLA CHE CI HA ACCOLTO NELLA SUA CASA
A CHI MI HA OFFERTO UNA CASA PER VIVERE ADESSO
A MIO FIGLIO, CHE HA SOPPORTATO LA MIA ISTERIA
E INFINE…

GRAZIE AD ARTURO!!!
CHE NEL SUO STILE SILENZIOSO, MI HA SOSTENUTO E MI SOSTIENE IN OGNI COSA, NONOSTANTE LA SUA TREMENDA FATICA, E MI FA TROVARE LA COLAZIONE PRONTA LA MATTINA, I VESTITI LAVATI E STIRATI, LA NUOVA CASA PERFETTA E NON SI LAMENTA MAI.

COME “CHI E’ ARTURO”?

ARTURO E’ MIA MOGLIE LILIANA!
…CHE DOVREI CHIAMARE D’ORA IN POI PIETRO, PERCHE’ LEI E’ LA PIETRA CHE MI HA PERMESSO DI COSTRUIRE LA MIA CHIESA, PIU’ FORTE CHE MAI, ALLA FACCIA DEL TORNADO!

GRAZIE!

Giuseppe Resch pur avendo avuto la casa fortemente danneggiata, ha dato la disponibilità nei giorni di primo soccorso di usare il loro bagno e la lora stanza per qualsiasi motivo. Ha dato inoltre la disponibilità del suo giardino più accessibile degli altri per i camion, come discarica per i residenti vicini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...