Gruppo X

Negli ultimi due giorni 6 casi di donne aggredite, sequestrate e picchiate dai loro compagni o ex. Due di loro sono state uccise

Negli ultimi due giorni 6 casi di donne aggredite, sequestrate e picchiate dai loro compagni o ex. Due di loro sono state uccise >

A Corsico, vicino Milano, nella notte tra venerdì e sabato una ragazza di 23 anni è stata sequestrata e ripetutamente violentata dal suo ex fidanzato di 29 anni. Solo l’intervento dei carabinieri ha evitato il peggio, sollecitati da una badante alla quale la ragazza aveva affidato un biglietto con su scritto “aiuto”. Il ragazzo è stato arrestato per violenza sessuale, sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia.

A Napoli, un 52enne ha sequestrato la ex compagna per 12 ore, pestandola con calci e pugni e tentando di soffocarla con una coperta. È stata soccorsa da un vicino che l’ha trovata in fin di vita sulle scale e l’ha portata immediatamente all’ospedale. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri, contattati dai medici del Pronto Soccorso, con l’accusa di tentato omicidio e sequestro di persona.

A Roma, una donna di 45 anni è riuscita a fuggire dopo essere stata rinchiusa per 4 giorni dal marito (di giorno in bagno, di notte in una stanza), tenuta a pane e acqua e percossa. L’uomo è ora in carcere con l’accusa di sequestro di persona, maltrattamenti e lesioni volontarie gravi.

A Novi di Modena, un uomo di 52 anni ha aggredito la ex colpendola con una testata in pieno viso nonostante fosse stato già denunciato e sottoposto al “divieto di avvicinamento” con un’ordinanza emessa dal Tribunale di Modena lo scorso gennaio. Il 52enne ora si trova nel carcere di Sant’Anna a Modena, per maltrattamenti in famiglia e danneggiamento aggravato.

A Rota Greca, in provincia di Cosenza, una donna di 82 anni, affetta da demenza senile, è stata colpita con un bastone dal marito 87enne e poi uccisa a coltellate. L’uomo ha raccontato tutto alla figlia, che ha chiamato i carabinieri per denunciare l’omicidio.

A Sala Consilina, in provincia di Salerno, un uomo ha versato sul pavimento di casa due taniche di benzina e poi ha appiccato il fuoco, provocando un’esplosione e uccidendo la convivente di 32 anni. Portata all’ospedale Cardarelli di Napoli con ustioni sul 90% del corpo, la donna è morta dopo alcune ore di agonia. Salvi i 3 figli che stavano giocando nel cortile di casa.

🔴 Qui i nostri articoli su femminicidio e violenza sulle donne: https://www.valigiablu.it/tag/femminicidio/

Fonte:

🔸Articolo 21: bit.ly/2PH59Pj

Da Valigia Blù

123552190-edf32853-ed29-4e9b-ade0-c7660715311c

Categorie:Gruppo X

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...