Gruppo X

Dalla Riviera il pensiero a L’Aquila : uno dei ricordi più emozionanti

Sono passati più di 6 anni dalla tragedia del terremoto dell’Aquila e per mostrare la trasparenza con cui si aiutano gli altri come Gruppo X, mi sono fermato a leggere una lettera che il presidente del Nuovo Basket Aquilano Roberto Nardecchia spedì ad un ragazzino, dopo che questo rinunciò ai regali della Santa Cresima per avere soldi e donarli in un progetto per ricostruire un posto che il terremoto aveva distrutto….

Ecco la lettera  ……

Ci sono gesti nella vita che da soli riescono a riempire tanti vuoti, riescono a dare forza in quei momenti in cui devi esserlo quasi per obbligo e invece sai che dentro di te stai cercando anche solo una pacca sulle spalle, riescono a darti il senso di condivisione di quei valori e di quegli ideali che hai inseguito e insegui da sempre e che trovi uguali negli occhi e nei cuori di amici lontani.
Francesco sta rinunciando a qualcosa di importante, sta rinunciando a qualcosa che avrebbe potuto dargli sicuramente una soddisfazione immediata, tangibile, sta rinunciando a quei regali che tutti i suoi coetanei ricevono in queste occasioni e, magari, aspettano con ansia.
Francesco, e la sua splendida famiglia, uniti, hanno deciso di aiutarci in questo nostro sogno, nel sogno di costruire una spazio solo per i ragazzi, un oratorio, un centro sociale, di aggregazione.
Intorno alla nostra ” malattia”, condivisa, intorno al campo da basket.
Siamo vicini alla realizzazione del sogno e ogni piccola goccia ha alimentato, alimenta ed alimenterà questa opera, alimenterà la speranza.
Francesco da grande, guardandosi dietro, non troverà forse un oggetto che potrà ricordargli questo giorno, ma troverà sempre, ogni singolo giorno della sua vita, la certezza di aver legato il suo nome agli stessi sogni che aveva (ha) lui da ragazzo e che hanno qui da noi ora i suoi coetanei.
E se da grande si trovasse a passare vicino alla nostra palestra e al campetto che sorgerà fuori di essa, se da grande vedrà su quel campetto un piccolino sdentato gettare un tiro verso un canestro, potrà fermarsi un attimo, chiudere gli occhi e rivedersi in quel piccolino sdentato, pensando di aver fatto qualcosa di veramente importante per lui.
Con la sua splendida famiglia.

Grazie. Gli amici della Scuola Minibasket L’Aquila

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...