Gruppo X

In Siria muore la dignità del mondo 

IN SIRIA MUORE LA DIGNITA’ DEL MONDO
” Un mondo che fa queste cose ai suoi bambini, che li uccide, li terrorizza e li storpia, e’ un mondo che fa guerra al futuro e all’allegria. E’ un mondo morto e senza anima”. Me lo disse, triste e sconvolto,un giorno, tanti anni fa, George Amado, il grande scrittore brasiliano, commentando gli orrori che nei miei viaggi avevo raccolto sulla pelle dei bambini.

E’ passato più’ di un decennio da allora. George non c’è più. Ma la guerra ai bambini e’ tuttora in corso, sempre più’ crudele e feroce. Non so cosa direbbe oggi Amado di fronte alle terribili immagini che ci arrivano dalla Siria. Ogni maledettissimo giorno.

I bambini morti in questo inferno in terra sono decine di migliaia. Gli storpiati, ancor di più’. Milioni quelli che hanno perso ogni cosa e cui e’ stato rubato il sorriso per sempre. Ai bambini siriani da cinque anni e’ toccato ogni orrore. La paura, le ferite, il pianto, la perdita di persone care, la fame, l’osservare,attoniti, con quegli occhi appena aperti sul mondo, ogni barbarie, ogni distruzione, ogni violenza. Cinque anni tentando di sopravvivere, sempre in fuga. Sognando con gli occhi dei propri genitori paradisi che in questa terra non esistono. Perdendo la vita annegati nella ricerca di un’umana felicita’ e salvezza. Dormendo in ogni dove, persino tra le traversine dei treni o sotto palazzi tremolanti di macerie.

In Siria un pugno di potenze mondiali e di farabutti senza scrupolo ha creato un varco verso l’inferno. L’alito che ne vien fuori e’ maleodorante di odio e di morte.

E non vogliono smetterla.

Gli accordi di Monaco per una tregua non vengono rispettati. Non c’e’ nessun serio tavolo di trattativa. Ai confini si schierano nuove armi e si prepara l’invasione ed un nuovo terribile bagno di sangue.

Gli ultimi attentati in Turchia spingono verso questo esito infame. Immediatamente il premier turco ha accusato i curdi di esserne gli autori. Senza prova alcuna e nonostante le smentite. Ankara ed i sauditi non vogliono la pace in Siria. Hanno scatenato questo massacro, con complicità’ enormi in occidente, pensando di scalzare dal potere l’odiato Assad ed allo stato attuale hanno perso. L’intervento russo ha permesso la riconquista di zone vitali del paese da parte delle truppe di Assad. Inaccettabile per chi cercava un esito totalmente diverso. Tantomeno ha voglia di metter fine al macello lo stesso Assad che spera ancora di salvarsi. Tantomeno i russi che vogliono mantenere un ruolo di primo piano in questa area strategica del mondo.

Un mondo in cui si uccide l’innocenza ed il sorriso, in cui e’ vietato ridere e giocare, in cui il canto si e’ trasformato in pianto.

Silvestro Montanaro 

Categorie:Gruppo X

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...