Punto G Basket

Fever Basket 56-68 FLY Punto G

La FLY vince meritatamente la trasferta di Lunedì e vola in vetta alla classifica tra le prime realtà della MAINLAND CONFERENCE. Una prestazione sinonimo di grande maturità in campo è sicuramente l’input che ci vuole per affrontare le ultime difficilissime gare d’andata prospettate dal prossimo calendario. Questo match, a detta di molti atleti di coach Masiero, è stato fondamentale per crescere sotto diversi aspetti, ma soprattutto per fortificare ulteriormente le sinergie e le chimiche del gruppo che ora sembra aver raggiunto un livello degno delle migliori squadre professionistiche. Avanti tutta PUNTO G!

ANALISI
C’è grande fermento per la gara che rivede FEVER e PUNTO G di nuovo contro dopo la semifinale, persa dalla FLY, della scorsa stagione. La tensione è percettibile, almeno per la squadra salzanese che vuole a tutti i costi dimostrare a se stessa che la qualificazione in finale non è avvenuta a causa di semplici ma fatali episodi sfortunati. Subiti i primi canestri dopo la palla a due, con i padroni di casa che infiammano retine in piena scioltezza soprattutto dall’arco dei tre punti, Salzano prende confidenza con il campo ed inizia l’arrembaggio alla nave che rischiava di salpare in mari lontani. Qualche giocata fortunata ed una buona capacità realizzativa riescono a mentenere i team a punteggi vicini ma si capisce subito che sarà uno scontro di alto livello dove ogni palla potrebbe avere un peso determinante. La FLY soffre un po prima del riposo lungo ma allo scadere del secondo quarto il gap è ridottissimo e le speranze di vittoria rimangono senz’altro vive per entrambe le squadre. Al rientro dallo spogliatoio però il PUNTO G ingrana la quarta e domina con eleganza le ultime due frazioni di gioco, non certo senza difficoltà, ma con delle giocate accattivanti anche dall’arco dei tre punti, sfruttando tutte le occasioni concesse dall’avversario e martellando il campo con ritmi alti ed agonismo. Una prestazione ottima come poche viste in tempi recenti!
Lui ancora non lo sa ma questa è la sua partita! Mocellini fatica a trovare la quadra emotiva ma un po di panca sembra la medicina giusta che lo aiuta a tirare fuori la sua voglia di protagonismo che lo incorona re del palazzetto con ben 23 punti a referto. KING MOC! Non è da meno, anche se in altro ruolo, il sempre più determinante Silvestrini, un vero osso duro per l’area della lunetta. Grande prestazione anche per Donadel che ha saputo scandire a suo piacimento i ritmi di gioco, portanto al successo la maggior parte delle azioni vincenti del team salzanese. Lo chiamano WATCHMAN (l’uomo dell’orologio)! Risato fa sentire la sua presenza, in campo e fuori. Nulla da obiettare dal punto di vista tecnico, qualcosa da osservare dal punto di vista caratteriale. Ma lui ha il sangue che pompa forte nelle vene e c’è da aspettarsi la sua esplosività. Seguono Favaretto, Garbin, Molin e Pattaro in ordine di punteggio anche se quest’ultimo lamenta un furto. Berton e Ragazzo non pervenuti mentre De Marchi rimane seduto. Pervenuto invece il cigno Baruzzo che però sbaglia panca e va a sedersi in tribuna immedesimandosi arbitro all’occorrenza.
TABELLINO
De Marchi (n.e.)
Ragazzo (0)
Garbin (4)
Donadel (9)
Silvestrini (13)
Mocellini (23)
Berton (0)
Baruzzo (n.e.)
Risato (8)
Pattaro (2)
Favaretto (6)
Molin (3)
#forzaFLY #FLYbasket
image1-2.jpeg

© Alvise Berton

Categorie:Punto G Basket

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...